Il caso Weinstein e l’ipocrisia che non vogliamo vedere…

E’ la notizia di questi giorni .

Tutti ne parlano ed io , che tendezialmente non mi soffermo molto dietro a queste notizie poiché noto subito la solita dietrologia  e le solite manipolazioni mediatiche volte a veicolare la massa , devo scrivere la mia . Devo perché mi prudono le mani e ci sono argomenti che non mi lasciano indifferente .

 

In breve , chi è Weinstein e di cosa viene accusato

Harvey Weinstein è un produttore Cinematografico Americano , è fondatore insieme al fratello della Miramax films .

Vi cito solo alcuni dei film da lui prodotti :

Shakespeare in love ( film per il quale ha ricevuto la statuetta nel 1999 , con l’oscar come miglior film )

Gangs of New York 

Grindhouse 

Produttore esecutivo :

Scream

Fahrenheit 9/11

Django Unchained

The mist 

Halloween , Halloween 2

etc…

Il 6 ottobre 2017 ( pochi giorni fa ) il New York times se ne esce con una bella inchiesta che è come una bomba ,  accusandolo di molestie sessuali.

Un vero e proprio boccone che fa gola a tanti che non perdono tempo a fiondarcisi contro  , il capro espiatorio  servito su di un piatto di argento, e di Argento vi è anche Asia , una delle  vittime  ,  lei come tantissime altre attrici famose , delle molestie del produttore .

Weinstein  il capro espiatorio , e forse c’è dell’altro

Il mito  che viene fatto rotolare giù nella rupe , lasciato in balia delle iene…

Scontrarsi contro il mito ceduto ( volutamente ? Perché lui e  proprio ora? Non sarà mica l’unico pervertito che gira ad Hollywood no? ) in pasto al mondo fa gola  perché porta visibilità , consensi  , adorazione e ammirazione . E succede ogni giorno  anche con volti meno o non noti , ogni giorno un soggetto diverso da cedere alla massa , che si scaglierà contro esso con tutta la frustrazione e rabbia che cova perennemente  .

Non metterò in dubbio che egli in effetti abbia fatto ciò che ha fatto , ma come lui tanti altri e c’è chi ha commesso porcherie ben peggiori .

Weinstein in questo caso potrebbe essere stato sacrificato perche faceva comodo per nascondere cose ben peggiori , oppure Weinstein come simbolo-messaggio  di avvertimento che deve eccheggiare fuori e dentro le mura di quel mondo élitario chiamato Hollywood  , oppure ancora Weinstein che ha fatto arrabbiare l’élite e deve essere perciò punito, ma penso anche a questioni politiche.

Ad oggi sembra che il caso Weinstein abbia fatto da preambolo ad una sorta di rivoluzione o continui sull’onda di  quella attuale ma sfoderando più colpi( Hollywood è un perfetto mezzo per arrivare direttamente alla massa manipolandola)

Weinstein punito che vuole dire radiato dal sistema , escluso , umiliato ed abbandonato a se stesso come un lebbroso , e  in un mondo come Hollywood dove l’ammirazione , la popolarità , i consensi e le leccatine di sedere varie sono la fonte principale , beh penso che per lui sia come morire .

Non scriverò difendendo quest’uomo perché per uomini come lui , che approfittano del ruolo che hanno per soggiogare e sottomettere donne ( come Asia Argento ) e persone di minore ruolo sociale , non vi è difesa che regga molto moralmente , e poì hanno ciò che si meritano .Però voglio far notare l’ipocrisia che ruota intorno a questa vicenda e che emerge ma non troppo da questo grigio mare .

Era il non lontano 2009 , quando Asia  e Weinstein firmavano per rendere libero Polanski

Qui emerge un primo dato ipocrita .

Nel 2009 –  e cito il Guardian –  tantissimi personaggi famosi firmarono una petizione per rendere libero Roman Polanski , che all’epoca si trovava in reclusione a Zurigo .

http://www.theguardian.com/film/2009/sep/29/roman-polanski-petition

Polanski era stato arrestato nel 1977 a Los Angeles per aver avuto rapporti sessuali con una 13enne violando la legge. Mandato in prigione per tre mesi per una “valutazione”, vi aveva trascorso 47 giorni.

Stiamo parlando di una bambina , non di una giovane donna .

A fine gennaio 1978, all’indomani di una riunione tra i suoi avvocati e un giudice, durante la quale quest’ultimo aveva lasciato intendere che voleva rimettere in prigione il regista, Polanski aveva preso un aereo per l’Europa. Il procedimento nei suoi confronti non era mai stato annullato e da trent’anni il cineasta non ha più rimesso piede sul suolo americano. Recatosi poi a Zurigo per ricevere un premio , era stato arrestato.

Polanski… vi ricordo che sua moglie  , Sharon Tate ,  incinta , era stata uccisa nel 1969 insieme ad altre 4  persone presumibilmente dai seguaci di Charles Manson nel massacro di Cielo Drive .

Presumibilmente. Perche quella storia fa acqua da tutte le parti e la scena del crimine , pensando alla moglie incinta ha inquietanti collegamenti con il film Rosemary’s baby , film che Polanski stava girando in Europa nel mentre che la moglie veniva brutalmente assassinata.

Tra i tanti personaggi che firmarono la petizione , figurano anche Asia Argento e Weinstein ……

Ora non penso ci sia bisogno di aggiungere altro perchè si comprende bene l’atteggiamento ipocrita che emerge.

Tengo giusto a precisare che comprendo come in un settore come quello dello spettacolo , questi comportamenti siano  all’ordine del giorno e o sei dentro e ti comporti così , o esci e non sei più nessuno e questi personaggi sono  in questo senso vittime di questo sistema perchè vivono di questo .

Devo anche dire che uscire allo scoperto ora per le vittime sia anche dovuto al fatto che l’unione fa la forza e sappiamo quanto sia difficile essere soli a denunciare qualcuno , ma quando sono in tanti si prende coraggio . Non condivido il linciaggio mediatico e ribadisco che Weinstein non è di certo l’unico farfallone che approfitta della situazione per dare sfogo al suo istinto . Ma gli altri volti noti che fanno anche di peggio  , gli intoccabili graziati dalle élite , quelli sono comodi comodi fintanto che servono al sistema , e le vittime tacciono . E acconsentono .

Quello che vedo  è che siamo tutti pedine da spostare , vittime e carnefici . Ci prendono in giro , ci dicono come giocare e noi giochiamo . Questi personaggi famosi sono ad uso e abuso del sistema anche per veicolare le masse . E quando non servono più fanno la fine di Weinstein se non peggio . È sempre in atto un abuso su queste persone , perchè per loro quel mondo luccicante dove come per magia divieni una Deità che tutti venerano e adorano è un pilastro fondamentale da cui attingono energia.

E la massa che li venera e adora , gioca allo stesso gioco.

Altra ipocrisia nel caso Weinstein

notizia di oggi  che il presidente francese Emmanuel Macron ha ordinato che a Weinstein venga ritirata la Legion d’onore , la più prestigiosa onoreficenza in Francia .

Ecco , la Francia che vanta un numero non indifferente di rapimenti e uccisioni di bambini da parte di organizzazioni criminali pedofile e di singoli maniaci , casi che molte volte sono stati archiviati e insabbiati ,  bambini rapiti di  cui molte volte non si sa nulla stranamente .

Eccola la Francia che fa scomodare il presidente , che si scaglia contro Weinstein togliendoli il titolino della legion d’onore e che adotta come tutti il  molto finto e solito  perbenismo , ecco tutto questo  fa rabbia .

È triste  che il presidente spenda parole e prenda provvedimenti per questa storia – gossip invece di parlare della piccola Maëlys de Araujo e delle altre vittime sparite nel suo Paese .

Forse che queste storie navigano in acque che è meglio non smuovere , o forse che Maëlys non è nessuno , e non merita quindi la giusta attenzione , quella che risolve le cose però ,  non l’attenzione in modalità sciacallaggio gossip …e comunque siamo intanti ad essere nessuno.

Poì mi dicono che sono complottista …….

Schiavi degli altri , schiavi delle facciate , schiavi di noi stessi e del sistema .

Buona giornata…..

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Lucciola1988

Scrivi il tuo commento :)