Argento colloidale ed Herpes labiale(simplex)

 

Recentemente ho avuto modo di  consigliare l’utilizzo dell’argento colloidale per curare uno sfogo dovuto all’herpes simplex causato da un forte stress.

Per saperne di più:

https://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/19276-argento-colloidale-proprieta-usi-controindicazioni

L’eruzione cutanea partiva a lato, dove si congiungono le labbra, fino ad estendersi per buona parte della guancia. La situazione era particolarmente fastidiosa perché, oltre che procurare disagio e vergogna esteticamente, ogni qualvolta la persona mangiava, aprendo la bocca riapriva le ferite dovute alle vescicole, che tendevano a cicatrizzare seppur lentamente.

Inizialmente la persona aveva iniziato la terapia con zovirax, farmaco antivirale, che però aveva peggiorato la sintomatologia e le vescicole continuavano a secernere liquido semi-trasparente.

Dopo circa una settimana ha interrotto l’uso dello zovirax e ha messo dell’olio di tè nero.

Dopo pochi minuti ha manifestato un forte bruciore associato a rossore.

A quel punto ho vivamente consigliato di iniziare una terapia con solo argento colloidale, sia uso esterno che interno.

La terapia prevedeva :

Uso esterno

Più volte al giorno pulizia con argento tamponando la parte interessata in modo gentile e delicato.

Risultati della terapia

Con stupore della persona dopo soli tre giorni  giorni lo sfogo era praticamente sparito, si era formata una crosta “pulita”che dopo altri due giorni è caduta.

La pelle non presentava segni o cicatrici .

Considerando l’entità dello sfogo (molto esteso)questo ė stato un gran risultato.

Unito alla terapia ho praticato delle sedute di Shiatsu con lo scopo principale di rilassare la persona visto l’enorme stress accumulato che aveva portato a questo sfogo.

Se vi capita una situazione simile, il mio consiglio è di provare anche voi l’argento colloidale( sotto parere di un esperto in materia).

Naturalmente prima è bene  informarsi adeguatamente e chiedere un parere esperto anche in caso di dubbio o eventuali allergie a metalli.

Assicurarsi inoltre di usare un prodotto di qualità.

E naturalmente risolvere o almeno capire la causa che ha portato al sintomo, osservandola da un altro punto di vista.

Buona giornata 🙂

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Lucciola1988

Scrivi il tuo commento :)